Incontro letterario online – Martedi 26 gennaio 2021 alle 18.30 

UNA TESTIMONIANZA PER IL GIORNO DELLA MEMORIA

In occasione della giornata della Memoria che si tiene ogni anno il 27 gennaio, l’Alliance organizza un incontro con Sandro Baldan, figlio di Luigi Baldan, ex Internato Militare Italiano nei lager nazisti, l’autore del libro “Lotta per sopravvivere – la mia Resistenza non armata contro il nazifascismo” e Ginette Mabille, la traduttrice del testo in francese. 

Nel dopoguerra, nel 1951, Luigi Baldan inizia a scrivere il manoscritto, una raccolta di memorie, “Lotta per sopravvivere – La mia Resistenza non armata contro il nazifascismo”, relativo al periodo passato nei lager nazisti. Viene poi stampato a Venezia, dalla casa Editrice Cafoscarina, nel 2007, corredato da indicazioni e riferimenti storici a cura del figlio Sandro.

IL LIBRO DEL MIRANESE LUIGI BALDAN, TESTIMONE DELLA SHOAH, TRADOTTO IN FRANCESE DA GINETTE MABILLE

” Aiutò mamma nel campo nazista, per ringraziarlo studio l’italiano e racconto la sua vita ai francesi.” Ginette Mabille

Un incrocio di destini, settantacinque anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, e la nascita di una amicizia fraterna tra i figli di due prigionieri nei lager nazisti. Dal loro incontro, nato casualmente nel 2015 su internet, si sono ritrovate due famiglie, una italiana e l’altra francese, che hanno visto i loro genitori uniti nella stessa sofferenza, nella difficoltà di vivere ma anche nella solidarietà umana.

La traduzione del libro di memorie del miranese Luigi Baldan “Lotta per sopravvivere – La mia Resistenza non armata contro il nazifascismo”, in francese, è stata fatta dalla professoressa parigina in Lettere, ora in pensione, Ginette Mabille, che dopo un anno di lavoro, nel novembre 2016, l’ha donata al sig. Baldan Luigi, ex Internato Militare Italiano nei lager nazisti, quale segno di ringraziamento per aver aiutato sua madre Lodzia e sua zia Fela, prigioniere ebree, a sopravvivere nel lager nazista di Sackisch Kudowa in Polonia.

Alla fine del libro, in Appendice, è stata inserita l’inedita storia del campo di lavoro e lager nazista di Sackisch Kudowa in Polonia e delle ragazze ebree che in esso vi lavorarono, scritta da Sandro Baldan. Tale storia è il frutto di una approfondita ricerca storica, durata 13 anni dalla prima edizione in italiano, nonché di trascrizione di alcune testimonianze delle prigioniere ebree. Infatti, alla fine del libro, vi è la testimonianza del 2005 al “Mémorial de la Shoah” di Parigi da una di queste ragazze ebree, Lodzia Kohn, madre della traduttrice francese Ginette Mabille, prigioniera nello stesso campo di prigionia con Luigi Baldan.

Il libro è in vendita in Italia e Francia, o online : 

In italiano : 

In francese : 

Per partecipare:

Per participare, bisogna collegarvi su Zoom utilizzando il link e i codici di seguito:

https://us02web.zoom.us/j/84148935054?pwd=RWNob3RrSXlLMkhNTENMNVZGRXhaQT09

ID de réunion : 841 4893 5054
Code secret : 622782

Per saperne di più :  eventi@afvenezia.it 

Video e articoli di stampa

Articolo nella Voce

This post is also available in: Italiano (Italien)