• I donatori dell’Alliance française di Venezia

  • Mecenati :

    • LVMH
    • Le Comité français pour la sauvegarde de Venise

Attraverso il loro sostegno, i mecenati arricchiscono gli scambi culturali franco-italiani, rinforzando la diffusione francese a Venezia e contribuendo alla conservazione di un patrimonio tanto eccezionale quanto fragile. Non esitate a contattarci via mail, scrivendo a contact@afvenezia.it Diventate anche voi mecenati dell’Alliance Française di Venezia ! Cliccate qui per saperne di più !

  • I nostri partners

Ristoranti / Bars / Alberghi / Pasticceria

Cultura

Negozi

Che sia una collaborazione specifica o regolare, potete proporre dei vantaggi ai nostri membri o facilitare l’organizzazione dei nostri eventi culturali, ad esempio prestando degli spazi. Non esitate a contattarci via mail : contact@afvenezia.it

  • L’Alliance française de Bari

In tempo di crisi, la solidarietà s’impone. Le Alliances Françaises di Bari e di Venezia hanno pensato ad uno scambio e una condivisione dei loro programmi culturali, un ponte virtuale tra le due città che si affacciano sul mare Adriatico.

Il legame tra Bari e Venezia affonda nella storia. Risale all’epoca medievale, quando il 15 agosto del 1003 una flotta veneziana di cento navi comandata dal doge Pietro Orseolo I, venne in aiuto alla città di Bari assediata dai Saraceni. Pertanto, mentre a Venezia si festeggia la “Sensa”, a Bari si ricorda la “Vidua Vidue”, una festa popolare del “Saluto a Venezia” in memoria della sconfitta dei Saraceni da parte della Serenissima. I Baresi, riconoscenti, costruirono anche la piccola Chiesa di San Marco dei Veneziani, tuttora visibile nella città vecchia, e intitolarono la storica via delle antiche mura, via Venezia. Senza dimenticare il sipario del Teatro Petruzzzelli ad opera di Raffaele Armenise, “Liberazione di Bari da parte dei Veneziani”, purtroppo scomparso nell’incendio del 1991. Venezia a sua volta diede il nome Bari alla banchina dei magazzini generali (fondamenta del rio dell’Anzelo Raffaele) e al Bacino Orseolo una lapide ricorda le prodezze del doge che liberò Bari.

Ma anche San Nicola unisce le due città, nonostante le reliquie furono a lungo contese, fino a quando, nel 1992, una commissione pontificia stabilì che le reliquie rimanessero divise fra le due città. San Nicola di Myra è venerato a Venezia, come a Bari, essendo il santo patrone dei marinai e della gente di mare.

Su questo felice fondo storico, costruiamo un partenariato tra l’Alliance Française di Bari e l’Alliance Française di Venezia.

This post is also available in: Français (Francese)